Featured Posts

To top

Bouquet di fiori al profumo di Tè

13 Nov

Bouquet di fiori al profumo di Tè

(di Martha Petrini)                                                                                                                       Brano consigliato per l’ascolto: Water and Mountains – Xiao Ying

 

Bouquet di fiori al profumo di Tè

Parlando di oriente di fiori e di piante non posso non pensare alla Camellia sinensis

e di conseguenza alla bevanda più antica e in uso al mondo, il Tè.

Uno dei più famosi e utilizzati è quello al Gelsomino che nasce dalla fusione dei fiori con le foglie di tè verde, un connubio delicato e allo stesso tempo ricco di molte proprietà utili e salutari per l’organismo. Ricorda il profumo dei fiori primaverili e allo stesso tempo mantiene il gusto e la freschezza del tè verde.

Lavorando le foglie della Camelia con fioriture differenti nascono infatti molte varietà di Tè.

Tutto dipende da fattori come, il tipo di foglia e di germoglio, il luogo di coltivazione e il periodo di raccolta.

Il tè al gelsomino è consigliato per coloro che hanno bisogno di molta energia, dato che aumenta la vitalità e migliora la concentrazione.

E’ un antibatterico: le sostanze contenute all’interno dei fiori, rendono il tè efficace contro alcuni batteri comuni e ha un’azione antinfiammatoria.

E’ digestivo: migliora l’attività intestinale, soprattutto se consumato durante i pasti, elimina i gas all’interno del corpo, riduce il dolore addominale e gonfiori.

E’ disintossicante: fa bene alla pelle e ha sostanze oleose che contrastano i radicali liberi è un rimedio naturale antiossidante grazie ai flavonoidi contenuti al suo interno.

Si narra che l’origine del tè sia legata alla storia dell’Imperatore cinese Shennong nel 2737 a.C. e che nel fatidico anno 1660 la bevanda si diffuse in Inghilterra, divenendo poi un rituale aristocratico pomeridiano. 

Il Tè porta con se una storia antica, fatta di aromi, sapori, tradizioni.

Anche la preparazione di una tazza di tè ha numerosi riti e metodi, dai procedimenti più semplici a tecniche diverse di infusione, fino ad arrivare alle famose cerimonie del Tè che diventano anche pratiche meditative.

Una tecnica molto allegra e affascinante la si può trovare nella preparazione del Tè fiorito.

Un tè da gustare anche con gli occhi perché fiorisce lentamente nella teiera, aprendo i petali al calore dell’acqua, sprigionando infiniti aromi e profumi.

 

Si tratta di vere e proprie opere d’arte, di composizioni artistiche, fatte con foglie di Tè e fiori legati tra di loro a mano in mazzetti spesso cuciti a forma sferica, al cui interno si celano uno o più fiori.

Ad esempio: calendule, garofani, gelsomini, ma anche crisantemi, rose o ibischi, che vengono così racchiusi in una sfera di foglie, la cui preparazione può richiedere anche un’ora, tra le mani di abili artigiani cinesi.

Il Tè fiorito messo in infusione in acqua molto calda, si schiude lentamente facendo sbocciare dal suo interno fiori di Gelsomino legati tra loro. L’acqua fa aprire il nido e grazie al calore sprigiona dall’interno tutte le proprietà del Tè.

Un bagno rinfresca il corpo, una tazza di tè lo spirito.
(proverbio orientale).

error: Content is protected !!