Featured Posts

To top

Royal Wedding: I fiori di Meghan

22 May

Royal Wedding: I fiori di Meghan

(di Martha Petrini)

Il linguaggio dei fiori si sa, ha origini molto antiche, è assai articolato ed affascina sempre. Attraverso un tocco di pura raffinatezza che lancia messaggi molto particolari il matrimonio di Harry e Meghan verrà ricordato anche per questo.

Racchiusi in un piccolo e delicato bouquet raccolto tra le mani di Meghan Markle, spuntano delicate corolle primaverili di fiori dai toni del bianco e del verde chiaro, il greenery fresco ed elegante.

A realizzare gli addobbi floreali, incluso il grazioso bouquet della sposa, è la fiorista Philippa Craddock, aiutata da un assistente molto particolare: il principe Harry.

Con un tributo dolcissimo a Lady Diana che amava i “non ti scordar di me” Harry ha raccolto nel giardino privato di Kensington Palace, alcuni dei fiori per il bouquet, il giorno prima del matrimonio.

Un messaggio metaforico molto chiaro per descrivere un legame costruito sulla dedizione reciproca sulla forza e sull’unione, tutti elementi auspicabili per una felice e duratura strada insieme nella vita di coppia.

Oltre ai fiori preferiti di Lady D. troviamo l’Astilbe , simbolo di dedizione e pazienza che si dice sia stato raccolto da un cespuglio piantato dalla Regina Vittoria; l’Astranzia” che incarna forza coraggio e protezione; i fiori di “Pisello odoroso”; profumatissimi rametti di “Gelsomino” ; il delicato profumo dei fiori di “Mughetto” a simbolo della , ed infine il “Mirto” che affascinò la Regina Vittoria nel 1845 che lo piantò per la prima volta nei giardini di Osborne House sull’isola di Wight. Si racconta provengano dalla stessa pianta coltivata e dallo stesso mirto usato nel 1947 per realizzare il bouquet nuziale della regina Elisabetta.

Ma non finisce qui, la fa da protagonista anche il Velo della sposa.

Attraverso una spettacolare composizione floreale ricamata da mani sapienti è stato realizzato un velo di 5mt di lunghezza in tulle di seta, con un bordo costituito da fiori ricamati a mano con fili di seta e organza.

Rappresenta simbolicamente il grande abbraccio rivolto ai 53 paesi del Commonwealth: Regno Unito, Canada, Sudafrica, Australia, Nuova Zelanda, India, Pakistan, Sri Lanka, Ghana, Malesia, Nigeria, Cipro, Sierra Leone, Giamaica, Trinidad e Tobago, Uganda, Kenya, Tanzania, Malawi, Malta, Zambia, Singapore, Guyana, Botswana, Lesotho, Barbados, Mauritius, Swaziland, Samoa, Tonga, Figi, Bangladesh, Bahama Grenada, Papua Nuova Guinea, Seychelles, Isole Salomone, Tuvalu, Dominica, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Kiribati, Vanuatu, Antigua e Barbuda, Belize, Maldive, Saint Kitts e Nevis, Brunei, Namibia, Mozambico, Camerun, Nauru, Ruanda.

Attraverso l’analisi della flora si è trovato un fiore unico per ogni nazione. Un lavoro immenso di ricerca sui fiori i più rappresentativi di ogni paese, che ha portato ad un risultato unico e perfetto. Un velo magico che raccoglie l’unicità delle nazioni che lo compongono. Nel suo simbolismo tra i fiori presenti troviamo: la rosa inglese, l’orchidea bianca del Gambia e due fiori aggiunti da Meghan stessa, il calicanto d’inverno e il papavero della California, fiore ufficiale dello stato natale della neo Duchessa di Sussex.

Elementi che corrispondono alla sua dimora attuale senza dimenticare le sue origini californiane.

error: Content is protected !!