Featured Posts

To top

Pic Nic

6 Aug

Pic Nic

EN PLAIN AIR, BON TON E SAVOIR – FAIRE (di Anna Ubaldeschi)
“Le déjeuner sur l’herbe’ “ di Manet o il party di Rossella O’Hara nella villa delle Dodici Querce sono un ottimo spunto per un ricevimento fuori dai consueti canoni, per un wedding easy e giovane, una soluzione per festeggiare con uno stile romantico e vagamente retrò.
Il contesto inusuale non deve tralasciare alcune semplici accorgimenti che permetteranno agli ospiti di sentirsi coccolati come in una location a cinque stelle.
Vediamo allora quali sono i consigli del galateo per organizzare un wedding country chic.

Location – Villa privata, tenuta di famiglia in campagna, al lago o in riva al mare, cascinale o parco che sia, essenziale è che vi sia a disposizione un prato ben tenuto ed ampi spazi all’aria aperta circondati dalla natura. Tovaglie di lino o cotone grezzo disposte a terra con numerosi cuscini, saranno l’ideale per rendere bucolico l’evento. Non vanno dimenticati però un certo numero di tavoli con sedute per accogliere le persone più agé, che mal si troverebbero a dover accomodarsi a terra. Pouf, tavolini in ferro battuto all’ombra di qualche albero secolare saranno l’ideale.

Annuncio – indispensabile indicare il dress code nell’invito. Consentirà agli ospiti di utilizzare un outfit adeguato all’evento, indossando capi comodi che permettano di sedersi a terra e godere l’atmosfera di un matrimonio davvero originale.
Al tacco 12 a cui alcune invitate non sapranno rinunciare, è possibile ovviare fornendo delle ballerine o delle flip flop se siamo al mare, disposte in grandi ceste o in vecchi bauli.

Piccole attenzioni – mettere a disposizione degli ospiti l’occorrente per affrontare la giornata in plein air nel migliore dei modi: ventagli per alleviare il caldo, salviette repellenti per gli insetti, salviette detergenti e rinfrescanti.
A conclusione della giornata, un’idea cordiale può essere quella di offrire thé e tisane prima del congedo.

 

error: Content is protected !!