Featured Posts

To top

La Sposa Avventurosa- Wedding in Falesia

10 Jul

La Sposa Avventurosa- Wedding in Falesia

(di Isabella De Rorre)

Con l’estate theWProject non poteva non parlare di avventura, movimento, sport. E allora perchè non provare a immaginare una sposa dinamica, amante delle gite in biciclette e climber provetta? Detto fatto, ecco a voi il photoshoot.

 

 

 

 

Il mood– Un matrimonio alternativo,  sporty, in cui anche gli abiti si adeguano diventando aerei, trasformisti, pratici, ma conservando la loro natura raffinata e couture. La sposa avventurosa, così come l’abbiamo immaginata, alle prese con i preparativi del matrimonio e con gli impegni da sbrigare, non rinuncia alla sua femminilità ma la vive fino in fondo. E’ un modo di abbracciare l’estate, la vita, le opportunità che porta con sè. Di affrontare il cambiamento con ottimismo ed entusiasmo.

 

 

 

 

 

La location– Siamo rimasti incantati da Riva del Garda. Siamo rimasti incantati da Malcesine, e dalla falesia da scalare in aderenza, a picco sul Lago di Garda. Un matrimonio qui significa farsi riempire gli occhi di luci e di riflessi, di colori che vanno dall’oro della roccia all’azzurro che cambia di ora in ora del lago. Significa poter respirare il profumo della piante, e immergersi in una cornice naturale romantica e piena di sfumature.

 

 

 

Gli abiti– Per rendere omaggio al tema, theWProject non poteva che fotografare le creazioni metamorfiche dei designer di Accademia del Lusso. Outfit che si scompongono, si destrutturano, trasformano un completo da giorno in un sofisticato abito da sera, un trenchcoat in una gonna, una cappa a trapezio in una crinolina 2.0.

 

 

 

 

 

 

E allora grazie a Maira Olliveira, Sonia Ciamprone, Jelena Djukanovic, Sabrine Ben Dhiaf per averci permesso di declinare il tema con abiti versatili e romantici nello stesso tempo. Ma la sposa avventurosa è stata tale anche grazie all’abito creato ad hoc per un arrivo alla cerimonia in bicicletta da Giulia Lazzarini, stylist e wedding and event planner.

 

 

 

 

 

 

Il team– Partiamo dalla fotografa, Bea Giometto, che ha contagiato tutti con la sua energia e l’entusiasmo. In falesia ha arrampicato a fianco delle modelle e ci ha regalato questi scatti. Moda, wedding, composit sono solo alcuni dei rami in cui esprime la sua creatività. E poi; le guide apline di Mmove into nature, capitanate da Mauro Girardi, che hanno assistito e fornito i primi rudimenti alle modelle impegnate nel photoshoot. Roberta Pompeo, che colabora con la redazione ma che, in veste di planner con la sua agenzia The Different Twins, ha organizzato la giornata da cima a fondo, rendendola perfetta. Le modelle: Francesca Cerri e Chiara Corrarati, che non hanno avuto esitazioni nel trasformarsi in climbers e hanno saputo interpretare alla perfezione lo spirito del photoshoot. Giulia Lazzarini, già sopra menzionata, che ha portato la sua esperienza ultradecennale nella moda nella scelta degli outfit più adatti. Ultime, ma solo per dovere di ospitalità: Francesca Fiorentini,  capo redattrice moda, ruolo in cui porta la sua esperienza  come stylist bride consultant, e che per l’occasione è stata la make up artist; Chiara Franzon, che ha facilitato la logistica e la realizzazione del servizio con la sua presenza discreta e preziosissima. Ringraziamo Agnese Bao, che ci ha fatto compagnia e che ha aperto una finestra sulla Cina e su un bel progetto. Un ringraziamento particolare va a Roberta Sapino, che è una illustratrice di rara ironia e sensibilità artistica, che con le sue tavole ha ispirato il photoshoot.