Il questionario di Proust – Isabella De Rorre

(Fonte. Fotografia Moderna)

Conoscete il questionario di Proust? Trenta domande, cui in realtà il famoso scrittore da ragazzo rispose. La paternità del gioco, che era un passatempo riflessivo dei salotti francesi, fu così attribuita a lui in seguito al ritrovamento del questionario compilato di suo pugno.

La redazione di theWproject accetta la sfida e consegna ai suoi lettori trenta risposte, perché possiate conoscere meglio direttore e redattori. Comincia Isabella De Rorre

  1. Il tratto principale del tuo carattere? La curiosità
  2. Qual è la qualità che apprezzi in un uomo? L’affidabilità
  3. Qual è la qualità che apprezzi in una donna? L’eleganza
  4. Cosa apprezzi di più dei tuoi amici? Che mi sopportino
  5. Il tuo peggior difetto? L’essere tignosa
  6. Il tuo passatempo preferito? Scrivere
  7. Cosa sogni per la tua felicità? Scrivere
  8. Quale sarebbe, per te, la più grande disgrazia? Non studiare più
  9. Cosa vorresti essere? Uno scrittore
  10. In che paese vorresti vivere? In Italia, al mare
  11. Il tuo colore preferito? il blu
  12. Il tuo fiore preferito? La peonia
  13. Il tuo uccello preferito? L’usignolo
  14. I tuoi scrittori preferiti? Hemingway, Carver, Omero, Garcia Marquez
  15. I tuoi poeti preferiti? Kostantin Kavafis, Neruda, Dickinson, Witman
  16. Chi sono i tuoi eroi? Ettore
  17. E le tue eroine? Elisabetta I
  18. Il tuo musicista preferito? Paolo Conte
  19. Il tuo pittore preferito? Caravaggio
  20. Un eroe nella tua vita reale? Mio padre
  21. Una tua eroina nella vita reale? Ogni donna che realizzi se stessa
  22. Il tuo nome preferito? Francesco
  23. Cosa detesti? La stupidità
  24. Un personaggio della storia che odi più di tutti? Nerone
  25. L’impresa storica che ammiri di più? Quelle di Alessandro Magno
  26. Un dono che vorresti avere? La femminilità
  27. Come vorresti morire? Felice ed esausta di vita
  28. Come ti senti attualmente? Sul bordo di una piscina
  29. Di cosa ti senti in colpa? Di non saper essere crudele ma giusta
  30. Lascia scritto il tuo motto della vita – Per avere un destino, occorre costruirsene uno

#theWProjectadore- Il Direttore

Come promesso, ecco i 10 #thewprojectadore del direttore:

1. Coltivare un rito tutto per sé, come stendere sul viso la sera prima di dormire un olio prezioso (in questo periodo il J’adore va a “Huile précieuse à la rose noire” di Sisley);

2. Avere una collana/talismano gioiello, realizzata in esclusiva per me per i periodi no, per quelli sì, per affrontare le prove della vita o semplicemente la giornata che verrà. La mia è rosso fuoco e il suo nome è ovviamente “Fire” dalla collezione in pietre dure “4Elements” di Maga Gioielli .

3. Continuare a studiare, sempre. Per sempre. Magari le basi della comunicazione efficace tramite la retorica antica. Perché il passato non è mai stato così amico e attuale come ora.

4. Concedersi vizi piccoli e lussuosi, per trattarsi da regina ogni volta che se ne senta il bisogno, per esempio con una selezione delle praline di Farage Cioccolato in una confezione regalo.

5. Continuare a coltivare l’arte della scrittura. Scrivere: appunti lettere liste, magari sui quaderni di Maisons du Monde che ad ogni stagione si rinnovano e sono una tentazione cui non si può resistere.

6. Tornare a Ortigia. In ogni stagione, con ogni tempo, per riscoprirla ogni volta nuova. E poi, arrivare al Castello di Eurialo per guardare il mondo con occhi diversi, per farsi inondare dalla bellezza collaterale.

7. Scalare una vetta ad ogni stagione. Non importa l’altitudine né il dislivello. Importa il viaggio. Importa godersi, il viaggio. Io ho messo in progetto uno alla volta tutti i sentieri che portano al Cornizzolo. E poi, le Grigne.

8. Sedersi all’ora di pranzo a mangiare un panzerotto tradizionale di Luini all’inizio della primavera e dell’autunno nell’Orto Botanico di Brera. Provare per credere. E per farne una tappa fissa.

9. Coltivare un giardino, segreto ma reale, piccolo e grande che sia. Per ristabilire le priorità e saper stare in silenzio ad osservare. E coltivare in grandi vasi piante antiche e rose profumate.

10. Regalarsi un abito su misura all’anno. Per essere perfette ogni volta che ci si specchierà in qualche vetrina.