Carta Tropical

(di Antonella De Lucia)

Il desiderio di visitare terre sconosciute, lontane dal nostro panorama quotidiano, racchiude in sé l’amore per paesi esotici e il fascino di civiltà e paesaggi misteriosi. Il più delle volte è possibile salire su un aereo e raggiungere le isole dei caraibi o le foreste pluviali per godere dell’esotico paesaggio tropicale: il verde delle palme, i pappagalli multicolori, il rosa intenso dei fenicotteri, le belve feroci dal mantello maculato, il blu del mare profondo, sono i colori che riportano alla mente un paradiso in terra.

Ma non sarebbe meraviglioso ricreare la magia dell’indimenticabile stile tropicale all’interno delle mura di casa? La via più facile per realizzare questo sogno ad occhi aperti è ricorrere alle carte da parati in stile Jungle, di tipo tradizionale o stampate con sistemi digitali personalizzati perfettamente adattabili ad ogni ambiente della casa.

Il colore predominante sarà sicuramente il verde in tutte le sue sfumature, ma sarà possibile smorzarlo con la profusione di colori degli uccelli, dei fiori, degli animali e degli alberi. La vivacità è infatti l’attrattiva predominante di questi rivestimenti murari.

Bisogna però fare attenzione a non esagerare perché la vegetazione tropicale rappresentata a grandezza naturale può rendere un po’ claustrofobico ogni spazio, soprattutto se di piccole dimensioni.

Il trucco sicuramente sarà di rivestire solo alcune parti della stanza: una sola parete del soggiorno o della camera da letto, un angolo dell’ingresso o dello studio, il muro della scala o la parte alta del bagno sopra una boiserie in legno.

Ecco allora che felci, banani, ibischi, orchidee, pappagalli, tucani e tigri vi faranno compagnia e vi permetteranno di assaporare il clamore della jungla tra le mura domestiche.

(Photo: Pinterest)

Menta e Rosmarino: creatività a Miasino

(di la Redazione di theWProject)

Giugno inizia regalandoci belle giornate di sole: vietato restare a casa!

Cosa vedere-Vi segnaliamo una deliziosa iniziativa di questo fine settimana, ideata e promossa da Asilo Bianco: il Green Festival “Menta e Rosmarino”. Si tratta di una mostra mercato,  volta innanzi tutto alla valorizzazione del verde e al ribadire il rapporto indissolubile fra uomo e ambiente, e che raccoglie per aree tematiche vivaisti, artigiani designer e creativi, e produttori agroalimentari.

Dove- Location dell’evento è  Villa Nigra in località Miasino, sulle colline del Lago D’Orta. “Menta e Rosmarino” sarà  aperta al pubblico oggi 2  e domani 3 giugno, ad ingresso gratuito.

Perché visitarla- Per vivere una giornata all’aria aperta in una villa e una zona romantiche e suggestive. Per poter partecipare a visite guidate ai giardini e altre mille iniziative per grandi e piccoli. Per passeggiare in mezzo alla bellezza.

Cosa piace a theWProject- Tanti sono gli espositori pieni di talento che troverete e alle cui creazioni, ve lo anticipiamo!, sarà impossibile resistere. Noi ci siamo innamorate del progetto di Roberta Sapino, nata illustratrice ma dai mille interessi coltivati con cura e professionalità, che qui a Miasino presenta, insieme al team che ha sposato l’idea, “Cose Inperfette”.

Sottopentola, tovagliette all’americana, sotto bicchieri…tutto quello che regalerà alle vostre tavole un tocco in più.  Roberta ha investito, insieme alle altre ideatrici, tempo e attenzione nella scelta di filati naturali di altissima qualità, e in quella di una palette di colori chic, gradevole, adatta ad ogni mise en place.

Si parte da una tabella di colori di base, di ispirazione nordica, cui si accompagnano tre colori “di moda” scelti stagione per stagione. Esiste anche la possibilità di personalizzare le creazioni attraverso la scelta di colori diversi. Ma vi assicuriamo che una volta visto l’allestimento di Cose Inperfette, amerete anche voi alla follia questa palette così essenziale e raffinata al tempo stesso.

www.asilobianco.it

Instagram: @coseinperfette

The Love Affair -spazio alle emozioni

Dove andrà la sposa che voglia trasformare il giorno del matrimonio in una emozione continua e sentita, e che sia alla ricerca di novità sì, ma tagliate su misura sui suoi desideri? Ce lo dice Claudia Bidasio che per noi ha visitato poche settimane fa The Love Affair

(di Claudia Bidasio)

Se The Love Affair si potesse descrivere con una sola parola, quella parola sarebbe “wow”! Anche quest’anno infatti le aspettative dei visitatori non sono state deluse. Nella bellissima cornice delle Officine del Volo di Milano è stato ricreato un piccolo “Paese delle meraviglie del wedding” dove riempirsi gli occhi (e il cuore) di bellezza, creatività e passione.

_mg_3836_mg_4147
L’evento ha sicuramente colto nel segno: offrire alle giovani coppie di sposi spunti e idee per progettare un matrimonio moderno, fresco, emozionante. I 42 espositori, selezionati con cura delle organizzatrici Cristina Di Giovanna (wedding planner di Le Jour du Oui) e Sofia Barozzi (Il profumo dei Fiori) hanno creato allestimenti particolari e ricchi di dettagli.

_mg_3669_mg_3686
Il tema di questa terza edizione è stata la contaminazione. Due su tutte le tendenze più in voga: l’ispirazione all’Oriente, con i suoi profumi speziati e le sue atmosfere zen, e l’utilizzo di tanto, tantissimo verde: foglie, piante rampicanti, grasse e succulente per un piacevole “effetto jungla”.

_mg_3713_mg_3331
“Non è facile riuscire a portare creatività e innovazione in questo settore ma vogliamo crederci e piano piano i risultati stanno arrivando”, ci ha raccontato Cristina. “Quando prima visitavo le fiere uscivo sempre demoralizzata. Non era quello il matrimonio che volevo offrire alle mie coppie di sposi. Con grande impegno siamo riuscite a creare questo evento di nicchia che ci sta dando ogni anno maggiori soddisfazioni”.

_mg_3875_mg_3429
Il successo di TLA ha lasciato naturalmente la sua traccia anche sui social: centinaia le foto condivise e tantissimi gli hashtag. Anche in Italia finalmente qualcosa si sta muovendo. Spira una brezza carica di energia ed entusiasmo. C’è tanta voglia di cambiamenti e di freschezza. Anche noi ci crediamo: let’s share love, anzi, The Love Affair.

photo Credit: sito Ufficiale