Featured Posts

To top

Ultra Violet

10 Mar

Ultra Violet

(di Antonella De Lucia)

La proposta di Pantone per il colore del 2018 è il Codice 18-3838: ultra – violet, una tonalità di viola/blu simbolo di originalità e creatività.

Il viola prende il nome dall’omonimo fiore di cui descrive il colore.

Nasce dall’unione dei colori primari rosso e blu; il rosso rappresenta forza, amore ed energia mentre il blu calma, saggezza e malinconia: caratteristiche opposte che si attraggono fondendosi nel viola.

Trovandosi al limite estremo dello spettro cromatico ed essendo l’ultimo colore percepito dall’occhio umano, è sempre stato permeato di mistero e magia tanto da diventare un colore di spiritualità e metamorfosi.

Le pietre viola come il quarzo ametrino, l’ametista o la kunzite favoriscono la meditazione ascetica e spesso vengono utilizzate nella cristalloterapia. Hanno il potere di aiutare ognuno di noi a svuotare la mente per raggiungere la visione più chiara di chi si è realmente e possono facilitarci ad allontanare le cattive abitudini.

Chi predilige il viola ama sentirsi libero ed attirare la simpatia e l’ammirazione del prossimo, cura molto l’aspetto fisico, è dotato di comunicativa e riesce ad immedesimarsi negli altri. Ama le sensazioni forti, è intelligente, umile e saggio.

Questa tonalità è sempre stata ritenuta capace di accrescere le facoltà creative e la fantasia tanto da far nascere l’assioma: chi ama il viola ama l’arte.

Nel Medioevo il colore viola per il cristianesimo è stato accomunato alla penitenza e al dolore (lo si indossa ancora oggi per le cerimonie religiose durante la quaresima). Questa è anche la ragione per cui nello spettacolo gli attori non indossino mai abiti di queste tonalità: durante la quaresima erano infatti proibite le rappresentazioni teatrali e gli attori non potendo esibirsi non guadagnavano nulla.

Ha invece una connotazione di potere e prestigio per Re e principi, che sia negli abiti che nelle pietre preziose utilizzavano questo colore per far risaltare la loro supremazia e la loro autorevolezza.

Imperativo per quest’anno sarà quindi osare: indossare il viola nelle sue svariate sfumature, sentirsi ricercate ed ammirate, forti e libere con un pizzico di umiltà e snobismo.

error: Content is protected !!